WCVLogo

Canzoni - Cento case e una via

Testi

    ignoto

Musica

    ignoto

Interpreti

Arrangiamento

    ignoto
Copia negli appunti

Quel che sbrodola il filosofo
tu non lo credere, non è la verità;
Bartolini fa il fotografo
e il Taccolino invece vende il baccalà;
chi s’arrabatta all’estero
vuol di’ che è nato qui,
chi ‘un vol passa’ da bischero
vuol di’ che è nato qui.

La potassa fatta in bricioli
se non la mescoli almeno per metà,
con lo zolfo dei fiammiferi
Sabato Santo stiocchi, oh bimbo, ‘un ne poi fa’;
chi non aspetta il sabato
per di’ che ‘ni stai lì,
ma ti sfa ‘l muso subito
vol di’ che è nato qui.

Cento case e una via ,
dove c’è anche la mia,
dove nasce una storia ogni dì,
la mia Viareggio è made in Italy.
Cento case e una via, (Cento case e un via, dove c’è anche la mia)
dove c’è anche la mia, (Cento case e un via, dove c’è anche la mia)
dove nasce una storia ogni dì,
la mia Viareggio è made in Italy.

Oggi va di moda il cosmico
Mercurio e Venere, galassie da scruta',
tutto nacque da Copernico
ma dell’immenso ancor ben poco si sa;
ma chi senz’esser astronomo,
quando ‘un ni dice sì,
sa che i coglioni girino,
Vuol di’ che è nato qui.

Caschin già le foglie a’ platani
di vì alle Ceneri hai voglia d’arranca';
tra gli scogli i primi totani
teneri ‘un sono, sposa falli sbollenta'.
Chi della vita il bandolo
accosterà ogni dì
al volo di un coriandolo,
vol di’ che è nato qui.

Cento case e una via,
dove c’è anche la mia,
dove nasce una storia ogni dì,
la mia Viareggio è made in Italy.
Cento case e una via, (Cento case e un via, dove c’è anche la mia)
dove c’è anche la mia, (Cento case e un via, dove c’è anche la mia)
dove nasce una storia ogni dì,
la mia Viareggio è made in Italy.
(Cento case e un via, dove c’è anche la mia)