WCVLogo

Canzoni - Mare amaro (2020)

Interpreti

Arrangiamento

Partecipazioni

Canzone trascinante con un refrain emotivamente forte. Testo crudo e musicalità maestosa per un brano che fa da colonna sonora al carro di Edoardo Ceragioli "L'amaro italiano". La tematica è quella dell'indifferenza di tanti italiani verso le morti in mare che si susseguono incessantemente. La canzone composta da Simone Remedi e Daniele Biagini (quest'ultimo anche voce) ha vinto il premio Sadun-Bartali per la miglior soundtrack originale.

Tommaso Lucchesi
Copia negli appunti

Mare scuro, mare nostro,
sangue rosso, sangue umano,
il tuo, il mio e dell’Africano.

Al diavolo i loro destini
sono solo clandestini,
difendiamo i nostri confini,
che sian donne, vecchi o bambini.
Una ruspa e via lontani,
tanto mica sono umani,
prima di tutto gli italiani.
Se scorgiamo all’orizzonte
l’ennesimo naufragio,
una bomba sopra il ponte
scongiurando ogni contagio.
Cosa importa poi dei morti,
tanto chiuderemo i porti,
prima di tutto gli italiani.

Fuggono a guerra, violenza e povertà,
sognano pace e libertà,
occhi sconvolti nella paura,
ecco il cammino, la cura:
Un sorriso, un po’ d’amore, una calda carezza sul cuore.

Mare scuro, mare nostro,
sangue rosso, sangue umano,
il tuo, il mio e dell’Africano.

Amara è la nostra bocca,
Amaro è il nostro umore,
La politica è sciocca,
meschina e senza valore,
non si gioca sulla pelle,
di chi parla con le stelle,
di chi lascia una guerra alle spalle.
La barca si fa largo
tra le pieghe della bandiera
e felice io mi accorgo
che si apre la frontiera.
Lo disse il professore, tu grida, grida forte,
la vita contro la morte.

Fuggono a guerra, violenza e povertà
Sognano pace e libertà
Occhi sconvolti nella paura,
ecco il cammino, la cura:
Un sorriso, un po’ d’amore, una calda carezza sul cuore

Mare scuro, mare nostro
sangue rosso, sangue umano
il tuo, il mio e dell’Africano.
Mare scuro, mare nostro,
sangue rosso, sangue umano,
il tuo, il mio e dell’Africano.
Mare scuro, mare nostro,
sangue rosso, sangue umano,
il tuo, il mio e dell’Africano.
Il mio, il tuo e dell’Africano,
e dell’Africano, e dell’Africano.