WCVLogo

Canzoni - Viareggio... Un riordo (2018)

Musica

Interpreti

Arrangiamento

    ignoto

Canzone dal sapore nostalgico con un dialetto viareggino che sa di antico. Testo e musica di Marzia Maffei e voce di Marco Musetti.

Tommaso Lucchesi
Copia negli appunti

Senti, bambino, vieni più vicino, mettiti a sede' e stammi ad ascolta'.
Ti vo' parlare della mia terra e della gente di tanti anni fa,
del profumino che usciva dagli orti in quell'estate fuori scalzi a gioca',
con du' tappini, un gessetto, un pallone, campana, acchiappino, rieccomi qua.

Cerco Burlamacco e Ondina, vago senza meta per la mia città
Cerco sotto lo stuoino, sposto l'acchiappino solo un po' più in là
C'ho la pomarola al foo, senti profumino, va alla rimesta'
Guardo sotto il canterale dello zi' Natale, che non si vuo' attarda'
Svolto dalla via Battisti, entro in via Mazzini, mi sento chiama'
Presto vienici a salvare, ci sentiamo male, ci sentiam manca'
Vogliono spostare il corso, farlo verso Agosto, che possiamo fa'
Solo Burlamacco e Ondina, si strappin i capelli, chiedono pietà

Senti bambino, vieni più vicino
Mettiti a sede, stammi ad ascolta'
Ti vo' parlare della mia terra
E della gente di tanti anni fa

Ora Burlamacco corre, dietro c'è l'Ondina che lo vuol chiappa'
Ridono senza problemi, vagan senza meta per questa città
Corrono per il vialone, entrano in pineta, tornano sul mar
È Viareggio spensierata, povera, dannata di tanti anni fa

Senti bambino, vieni più vicino
Mettiti a sede, stammi ad ascolta'
Ti vo' parlare della mia terra
E della gente di tanti anni fa

Senti bambino, vieni più vicino
Mettiti a sede, stammi ad ascolta'
Ti vo' parlare della mia terra
E della gente di tanti anni fa
Del profumino che usciva dagli orti
In quell'estate fuori scalzi a giocar
Con du' tappini, un gessetto e un pallone
Campana, acchiappino, arieccomi qua
Con du' tappini, un gessetto e un pallone
Campana, acchiappino, arieccomi qua